Google+ Followers

Monday, March 12, 2007

C'è un sole che trafigge i muri là fuori, domani mi tocca cambiare lavoro, il movimento è una costante della vita...il movimento è vita. Potrò dedicarmi all'immobilità delle cose tra un centinaio d'anni circa, magari anche di più.
Ciò che delude è l'eterno ritorno, un odore, un colore, non possedere più lo stupore dell'infanzia.
Mettersi in gioco per scoprire che tutto è diverso nella stessa misura in cui è uguale.