Google+ Followers

Friday, October 26, 2007

Implosioni ed esplosioni


Non è rimasto il tempo di vedere
le stelle al sole.
Si ritovano pioggia molteplice
scivoleranno in un unico punto,
forse domani.

O ieri,
con il tempo aspirato sotto il tappeto e
le lettere ritornate al mittente.

Wednesday, October 24, 2007

Come iniziare bene la giornata


Oggi piove a dirotto, è mattina, ma è ancora buio.
Leggo "Molto forte, incredibilmente vicino", sul treno, scomodamente imbottita di vestiti e trovo una bella lista di motivi per cui essere triste:

"Stai poco bene?" "Sono triste" "Per papà?" "Per tutto"..."Cosa vuol dire tutto?"
Ho cominciato a contare sulle dita: "La carne e i latticini nel nostro frigo, le scazzottate, gli incidenti d'auto, Larry..."..."Chi è Larry?" "Il senzatetto fuori dal Museo di storia Naturale che dopo avermi chiesto i soldi dice sempre 'Ti giuro che è per comprarmi da mangiare' "..."Il fatto che tu non sai nemmeno chi è Larry...il tipo basso e senza collo che ritira i biglietti al cinema IMAX, il fatto che il sole esploderà, il fatto che ad ogni compleanno mi regalano almeno una cosa che ho già, i poveri che ingrassano perchè mangiano cibi schifosi perchè costano meno...""gli animali addomesticati, il fatto che ho un animale addomesticato, gli incubi, Microsoft Words, i vecchi che se ne stanno a fare niente tutto il giorno perchè nessuno si ricorda di stare un pò con loro e chiedere agli altri di stare un pò con loro li mette in imbarazzo, i segreti, i telefoni a disco, il fatto che le cameriere cinesi sorridono anche quando non c'è niente di bello o divertente, e anche il fatto che ci sono cinesi propietari di ristoranti messicani, ma non ci sono mai messicani propietari di ristoranti cinesi, gli specchi...il fatto che io sono il meno popolare a scuola, i buoni-sconto della nonna, le rimesse, le persone che non sanno cos'è internet, la brutta grafia, le belle canzoni, il fatto che tra cinquant'anni non ci saranno più esseri umani..." "E chi te lo dice?"

Il romanzo di Foer è visionario, coinvolgente e bizzarro. Dopo "Ogni cosa è illuminata" che considero un capolavoro, Foer non delude e ti trascina, spesso in un fosso.
Riesce a vedere oltre le cose con gli occhi di un bambino innocente e saggio al contempo, ogni oggetto o luogo ha una lettura che trascende dalla logica e dalla razionalità, ricrea la realtà e cambia le luci, le angolazioni.