Google+ Followers

Thursday, May 17, 2012

NHS, lezioni di anatomia

Ho un appuntamento dal medico alle dieci e dieci, NHS, sistema sanitario inglese, appuntamenti precisi e senza attesa. Numeri inquietanti, pari e ripetitivi.
Arrivo alle dieci e cinque, alle dieci e dodici sono seduta comodamente nello studio del medico.
Partenza ottima.
Gli spiego che intorno a febbraio mi aveva visitata un suo collega, avevo lamentato dolore alla parte sinistra del viso, intorno all'occhio, riportavo anche un fastidio all'interno dell'orecchio. Il collega mi prescrisse uno spray dopo aver controllato le cavità nasali con uno strumento. Mi consigliò di usare lo spray per un mese, nel caso in cui non avesse funzionato mi sarei dovuta ripresentare per ulteriori indagini.
"Eccomi qui dunque."
"Bhè, potrebbe essere qualsiasi cosa. Di dolori soffriamo in tanti."
Dico: "Sì, infatti. Mi piacerebbe conoscerne la causa, così potrei andare alla radice, invece di continuare a mangiare Neurofen a colazione."
"Bhè, devi continuare a prendere le medicine."
"Non potrebbe essere infiammazione del trigemino? Reumatismi? Sinusite?"
"Mi stai dicendo tante cose. Ti preoccupi molto? Pensi spesso a queste cose?"
No, non credo di essere ipocondriaca. Ho un male reale mi piacerebbe conoscerne la causa se non sai cosa ho, dimmelo, non stare a fare giri di parole. Non dare la colpa alle mie paranoie. Non cercare di mettere in pratica quel manuale del cazzo che hai letto: "Come essere empatico con il clienti", perché ti viene male. Quella parte che hai recitato sulle preoccupazioni, sul farsi troppe domande, è fuori contesto, ho male alla parte destra del viso cazzo. Vengo da te per essere rassicurata, consigliata, non presa per il culo! Ho capito che in sala d'aspetto c'è gente grave, l'età media è 70 anni. A proposito c'è una signora che ogni volta che qualcuno si alza perché si sente chiamare dall'infermiera, fa i complimenti per l'ottimo udito. Dice per la precisione:'Jolly good hearing!' Ciò non significa che io debba convivere con il dolore. Chi cazzo l'ha detto? Il tuo lavoro è provarci, non sminuire il mio problema. Comprati un manuale decente, vai ad una corso di recitazione!
Il dottore inserisce le parole chiave che gli ho suggerito e mi stampa dieci pagine sull'infiammazione del trigemino e la sinusite, me le consegna: "Dacci un occhio, non mi sembra rispecchino i tuoi sintomi." Sono le cose che ho letto su Wikipedia da sola, nemmeno in inglese, in italiano le ho lette. Ma possibile!" Mi consiglia di ricomprare lo spray e di usarlo sempre. L'atro dottore mi aveva detto che non va usato per più di venti giorni.

"Nel dicembre del 1973 aveva perduto ogni speranza di trovare un trattamento, un farmaco, un medico o una cura; sicuramente, di trovare la malattia. Con la quale conviveva, ma non perché avesse imparato a farlo...E se quello che ti stava capitando fosse davvero qualcosa di terribile? In ogni modo, anche se terribile non era confronto alle tribolazioni del mondo intero, sembrava terribile a lui.Da "La Lezione di Anatomia" Philip Roth. Mi faccio condizionare dalle letture?