Google+ Followers

Wednesday, March 07, 2012

Divorzio nei geni delle donne

Internet è un vero mezzo di sfogo per gli ipocondriaci. Puoi digitare i sintomi della potenziale malattia ed andare a verificare nei siti affidabili, in quelli fai-da-te, in quelli controcorrente ed in quelli di medicina alternativa da cosa potresti essere affetto. Per crearsi un raggio ancor più ampio di preoccupazioni si possono invece digitare malattie a caso e dar vita al processo inverso: cercare di scoprire se si provano alcuni dei sintomi descritti. Si può partire da una condizione di perfetta forma psico-fisica e in un paio d'ore per i meno paranoici si può raggiungere un insieme di possibili allarmi e sintomi sino ad arrivare per i più accaniti alla convinzione di essere affetti dai mali elencati. Per i più fortunati la malattia potrebbe presentarsi veramente ed essere così ben definita da poter essere relegata nelle categorie elencate. Mentre stavo navigando in preda ad un attacco di ipocondria, mi sono imbattuta in un articolo del Corriere della Sera nel quale si sostiene che per una questione ormonale, scientificamente provata, pare che le colpe dei divorzi siano da imputare principalmente alle donne. Si inceppa l'ossitocina e la donna manda tutto a rotoli. Lo studioso svedese dice che, per carità, pure la vaasopressina gioca un ruolo molto importante nel fallimento delle unioni a lungo termine. E ti pareva! Ora non crediamo più ad Eva che coglie la mela di nascosto, Dio la becca e per colpa sua il futuro del genere umano viene mandato alla malora. O meglio, l'atto traditore e malizioso della donna e la sua simbologia rimangono impressi nei nostri cervelli, ma non crediamo più letteralmente alla scenetta. Quindi arriva la scienza a garantirci che è ancora colpa della donna e dei suoi ormoni. Mi sa che certi studi scientifici partono dalle conclusioni! http://www.corriere.it/salute/12_fe
bbraio_27/divorzio-geni-donna-dipasqua_328ffbc0-6138-11e1-8325-a685c67602ce.shtml